Suada Elisbar
FacebookTwitterGoogle+PinterestBlogger PostWhatsAppCondividi

Suada Elisbar

Buka e Arbrit #2 Work in progress

Suada Elisbar

Evoluzione pane #2

Suada Elisbar

Rivoluzione pane #1

Suada Elisbar

Buka e Arbrit #1

Suada Elisbar

Evoluzione pane #3

Suada Elisbar

Infantil bread #2

Suada Elisbar

Rivoluzione pane #2

Suada Elisbar

Evoluzione pane#1

Suada Elisbar

 Infantil bread #3

Suada Elisbar nasce a Durazzo nel  1987.

Apprende i primi  insegnanti artistici  dal nonno  materno apassionato di colore e noto allevatore del  paese Peshkopija.

Il pensiero del pane insieme al corpo umano

“Sì tratta di un tematica a me molto cara che mi permette di trovare un diretto collegamento con la tradizione del mio paese insieme alla fusione degli  eventi tragici e paradossali della quotidiana contemporaneità: questo pane che ci tengo a precisare fatto dalle mie mani secondo la mia tradizione viene messo in mostra all’interno di un contesto estraneo alla sua natura accentuandone il valore concettuale ed estetico.
È come se questo pane perdesse il suo nome, il suo significato essenziale e venisse inserito precisamente insieme a queste schiene, a queste mani,a questi volti proprio per sottolineare e simboleggiare metaforicamente che oggi l’assurdo e l’irriverenza sono protagoniste della nostra quotidianietà.
Si tratta quindi di un pane in equilibrio, in procinto di cadere o in procinto di ammuffirsi: i contorni e i pesi delle figure dipinte sono precisamente delineati ma il contesto del bianco neutro che fa da sfondo isola e circoscrivere il tema fondamentale senza lasciare spazio a ipocrite divagazioni
Questo pane non è quello che sembra ma è quello che è, e la figura che lo sostiene o che ne fa da cornice non ne conosce neanche l’esistenza: queste due entità dipinte vivono in maniera distinta la loro vita non si fondono e non si sostengono e non si parlano: esse condividono insieme soltanto un evento sublime ma inconsapevole.
L’unica certezza alla quale si aggrappa il pane e la carne della modella o del modello è la condivisione di uno spazio primordiale quasi ancestrale, quasi amniotico: la loro sostanza ormai fusa, cementata si illude di trovarsi in un ambiente rassicurante ma in realtà si trova in nessun luogo”

Sito Ufficiale: http://www.suadaelisbar.com/