Juan Medina
FacebookTwitterGoogle+PinterestBlogger PostWhatsAppCondividi

Juan Medina

Sito Ufficiale: http://www.medinajuan.com/

Biografia

Juan Medina è un latino-americano nato nella Repubblica Dominicana nel 1948. Si è laureato con lode presso la Scuola Nazionale di Belle Arti di Santo Domingo e da Studio murale del professor Jaime Colson. Dal 1974 è professore nella stessa scuola in carica della pittura nudo e post-laurea.È stato nominato direttore nel 2002.

Come un giovane professionista è stato molto impressionato dai problemi sociali e politici del suo paese ed è stato inclinato verso il realismo sociale. Nel 1970 la città di Santo Domingo ha commissionato un grande dipinto murale affresco all’aperto dal titolo “Educazione”. Fine degli anni ’70 ha lavorato con tematiche esoteriche, principalmente in blu. Espone questi lavori nel 1979 in una mostra un uomo in Offerta Centro de Arte Cndido. Durante questo periodo ha anche partecipato a diverse mostre collettive nella Repubblica Dominicana.

Tra il 1982 e il 1992 Medina ha lavorato su dipinti e disegni commissionati per la commemorazione della scoperta ed evangelizzazione dell’America e del 150 ° Anniversario della Repubblica Dominicana. Queste opere si trovano nella cattedrale di Santo Domingo, il Museo della Casas Reales, Patronato de la Ciudad Colonial e il Pantheon Nazionale. Durante questo periodo ha presentato due spettacoli singoli: “Momenti storici” (1989) nel Museo di Casas Reales e “Chronicles of America” ​​(1992) nella sede della Commissione Dominicana per la celebrazione del V Centenario della scoperta ed evangelizzazione d’America. E ‘autore dei disegni per l’esposizione più per commemorare il 150 ° Anniversario della Repubblica Dominicana, “l’indipendenza nazionale, Il Processo” in forma di manifesti di grandi dimensioni, pubblicati in un libro.

Dopo un intenso periodo di lavoro in uno stile tradizionale arte Medina sentito l’esigenza di approfondire all’interno della moderna. Dal 1992 ha lavorato in tecniche miste dei media, la sperimentazione di colori, texture, effetti e la sua incisività elegante.La sua ultima mostra dal titolo “Euritmia” si è tenuto nel suo Estudio-Pinacoteca del 2003.

Non ha nessun conflitto tra arte tradizionale e arte moderna come lui si sentono attratti e confortevole con entrambi. Nelle sue parole : “Non c’è arte antica o nuova arte, ma solo buona o cattiva arte” .