Camilla Ancilotto
Share

Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla Ancilotto Camilla AncilottoCamilla Ancilotto

Biografia

Camilla Ancilotto nasce a Roma, città dove vive e lavora.
Nel 1999 consegue il MFA alla New York Academy of Art. La sua prima produzione pitto-
scultorea è caratterizzata da una ricerca sulle figurazioni multiple interattive, realizzate
grazie a parallelepipedi rotanti.
Nel 2012 l’opera monumentale Original Sin entra a far parte della collezione permanente
di sculture del Wolfson Campus (Miami Dade College).
Nel 2013 è tra gli artisti selezionati per la 55. Esposizione Internazionale di Arte della
Biennale di Venezia con Deposizione.
Il 2017 è l’anno in cui la Ancilotto approda alla realizzazione di opere policrome
scomponibili ispirata all’antico rompicapo cinese “Tangram”: con questo nuovo ciclo, dal
titolo Ab Ovo, è protagonista del celebre Festival dei Due Mondi di Spoleto con la mostra
personale “Mutaforma” presso Palazzo Collicola Arti Visive – Museo Carandente.
Nel 2018 prende parte alla BIAS – Manifesta 12 (Palermo) e al Premio Van Gogh –
International Art Exibition (Monreale), dove ottiene il riconoscimento per “l’opera più
innovativa” con Katharsis. Invitata a partecipare alla 45° edizione della rassegna
internazionale Premio Sulmona 2018, vince il terzo premio con l’opera “Nigredo”.
A gennaio del 2019 l’arte della Ancilotto si immette nuovamente nel circuito espositivo
internazionale approdando all’Art Show di Los Angeles mentre ad aprile è tra le
protagoniste della Milano Design Week con l’esposizione delle Ab Ovo nei prestigiosi
ambienti del Mandarin Oriental Hotel. Nei mesi estivi partecipa alla sesta edizione del
Concorso Internazionale d’Arte Contemporanea a Palazzo Rospigliosi di Zagarolo – dove
si aggiudica il premio “Museo del Giocattolo” – e alla mostra “EMOZIONI IN MOSTRA.
Armenia meets the world” presso Castel dell’Ovo a Napoli. In autunno è presente alla
mostra interattiva “Bimbumbam” a Palazzo Chiaramonti-Steri di Palermo con l’allestimento
di tre Ab Ovo nell’ambiente porticato del Cortile Abatelli. A ottobre è tra gli artisti invitati a
far parte dell’innovativo progetto “Atelier di MACRO ASILO” organizzato presso il Museo
d’Arte Contemporanea di Roma. Sempre nello stesso mese torna ad esporre al Premio
Sulmona “Gaetano Pallozzi”, presso il Polo Museale Civico Diocesano di S.Chiara,
aggiudicandosi il premio speciale dell’Organizzazione per l’opera in acciaio specchaito Ab
Ovo – Configurazione missile.
Tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020 la Ancilotto torna ad esporre le sue Ab Ovo al
Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese in occasione della mostra “Unforgettable
Childhood”, curata da Ermanno Tedeschi e promossa da Roma Capitale – Assessorato
alla Crescita Culturale in collaborazione con l’Ambasciata di Israele in Italia.
Dal luglio del 2021, con la tela “Lucchetti del cuore” collocata nella sede dell’Istituto Italiano di
Cultura a Bruxelles, è fiera rappresentante dell’arte italiana in Belgio.
Rappresentata dalla Talk Gallery di Bruxelles, nel mese di novembre prende parte con le sue
imponenti Ab Ovo policrome alla prima edizione della fiera internazionale di Arte moderna e
contemporanea “Roma Arte in Nuvola 2021”, contribuendo in maniera decisiva all’assegnazione
del “Premio Young” alla giovane galleria belga quale migliore galleria “under 5”.
Nel mese di dicembre dello stesso anno, in occasione della mostra “Giocare a regola d’arte” (curata
da Paolo Giulierini ed Ermanno Tedeschi) presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli,
l’artista presenta l’installazione Ab Ovo: Conglio, Gallina, Ippocampo e l’opera interattiva
Sebastiano.
Ancora a dicembre, con la mostra itinerante “Bimbumbam – Art and Toys” (curata da Ermanno
Tedeschi e Nirit Dahan), le opere ispirate al Tangram approdano in Israele, esposte negli spazi del
Negev Museum of Art di Be’er Sheva.
Il 2021 si contraddistingue altresì per due importanti acquisizioni: due sculture Ab Ovo in
acciaio lucidato a specchio trovano collocazione permanente presso la prestigiosa sede

del Museo Nazionale di Ravenna (Sala dell’Arte Contemporanea) e nella collezione privata
di Arte moderna e Contemporanea della Banca Patrimoni Sella.

SitoWeb: http://www.camillaancilotto.com